Modalità di presentazione della pratica

Modalità di presentazione della pratica

L’iscrizione di atti nel registro delle imprese deve avvenire unicamente con modalità telematica (art. 31, comma 2 della legge n° 340/2000 e succ. modifiche ed integrazioni) e, a decorrere dal 01/04/2010, mediante la Comunicazione Unica per la nascita d’impresa (art. 9, comma 7 del d.l. 31 gennaio 2007, n° 7 conv. con modificazioni dalla Legge 2 aprile 2007, n. 40).

La Comunicazione Unica banner_ComUnica.png

La Comunicazione Unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l'iscrizione al registro delle imprese ed ai fini previdenziali, assistenziali, fiscali, nonché per l'ottenimento del codice fiscale e della partita IVA.

La Comunicazione Unica presentata per via telematica all'ufficio del Registro delle Imprese, permette di svolgere tutti gli adempimenti per i diversi enti, semplificando così le comunicazioni tra imprese e pubblica amministrazione, realizzando una gestione delle pratiche più agile e con tempi di evasione più brevi.

Al ricevimento della pratica telematica il Registro delle Imprese, rilascia una ricevuta informatica che (ai sensi del comma 3 dell’articolo 9 del d.l. n° 7/2007) costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività imprenditoriale.

Amministrazioni destinatarie della “Comunicazione Unica”, come individuate dall'art. 4 del D.P.C.M. 6/5/2009, sono l'Ufficio del Registro delle Imprese, l’Agenzia delle Entrate, l’INPS, l’INAIL.

Con Delibera n. 1480 in data 11/10/2010 della Giunta della Regione Marche anche l'Albo delle Imprese Artigiane (A.I.A.), si è aggiunto agli enti destinatari della Comunicazione Unica.

A seguito del D.p.r. 160/2010 anche il SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) è stato individuato come ente destinatario della Comunicazione Unica; l’art. 5 comma 2 prevede infatti che la SCIA, nei casi in cui sia contestuale alla "comunicazione unica", è presentata presso il Registro imprese, che la trasmette immediatamente al SUAP.
Il portale impresainungiorno.gov.it, fornisce servizi informativi e operativi ai SUAP per l'espletamento delle loro attività e consente un collegamento telematico tra SUAP e Registro Imprese.

Approfondimenti su Adempimenti e struttura della Comunicazione Unica.

Prerequisiti (firma digitale - Telemaco - PEC)

Software

Per la compilazione della Comunicazione Unica è possibile utilizzare alternativamente:

1. ComunicaStarweb, è un servizio gratuito on-line per la predisposizione di pratiche di Comunicazione Unica indirizzate al Registro Imprese, all’Albo Imprese Artigiane, all’INPS, all’INAIL, all’Agenzia delle Entrate e al SUAP.

Si tratta di un applicativo che permette la compilazione di pratiche riguardanti imprese individuali o
persone fisiche e società, con l’esclusione dei dati costitutivi di quest’ultime e si contraddistingue per alcuni vantaggi sostanziali rispetto ad altri software per la compilazione della Comunicazione Unica:

  • è on line, accessibile via internet, perciò non richiede l'istallazione di alcun software;
  • è caratterizzato dall'approccio guidato basato sull'esigenza del cliente, non sulla struttura della modulistica;
  • è collegato agli archivi camerali, consentendo già in fase di compilazione della pratica l'esecuzione di controlli on-line che prevengono l'introduzione di errori.

2. Comunica Imprese e FedraPlus, anche esso gratuito (utilizzato soprattutto dai notai per costituzione e modifiche societarie), che richiede l’installazione dei seguenti software

  • Fedra Plus per la compilazione modulistica Registro Imprese, Agenzia delle Entrate, INPS artigiani, commercianti e imprese con dipendenti.
  • Comunica Impresa per la compilazione “Modello di Comunicazione Unica”.

I software possono essere scaricati qui.

Compilazione della distinta Comunica e note operative

La distinta del modello di Comunicazione Unica (per chi usa STARWEB la stessa viene generata a seguito della compilazione dei campi che vengono proposti dalle varie maschere) contiene al riq. 1 l'informazione sull'ufficio Registro Imprese destinatario, al riq. 2 i dati dell'impresa cui si riferisce la comunicazione e, al riq. 3 l'oggetto della comunicazione e gli enti destintari (si ricorda che solo quelli selezionati riceveranno la Comunicazione Unica).

Il riq. 4 contiene invece gli estremi del dichiarante, in cui deve essere sempre riportato il soggetto legittimato al deposito/richiesta di iscrizione al registro delle imprese (titolare impresa individuale, amministratore di società, notaio). Non deve essere indicato il professionista che provvede alla spedizione della pratica, salvo i casi in cui lo stesso sia il legittimato al deposito, come nel caso di iscrizione dei trasferimenti di quote di società a responsabilità limitata effettuati a cura del commercialista, ovvero nei casi in cui il professionista possa procedere su incarico del legale rappresentante (ai sensi dell’art. 31, comma 2-quater, della legge 24 novembre 2000 n. 340) come ad es. per l'iscrizione della PEC dell' impresa.

Nel successivo riq. 5 va indicato il domicilio di PEC a cui verranno automaticamente inviate le notifiche; a questo indirizzo verranno quindi inviate tutte le comunicazioni relative alla Comunicazione Unica, provenienti da tutti gli enti destinatari e, per quanto attiene al registro imprese, l'avviso di ricevimento della pratica, di avvenuta protocollazione e di evasione o rifiuto della stessa.

All'indirizzo di posta elettronica indicato nel riq. 4 ("dichiarante"), saranno invece inviate le eventuali comunicazioni di sospensione della pratica e i messaggi dell'ufficio con le richieste di integrazione e/o correzione.

Si ricorda infine che le pratiche in istruttoria possono essere sempre controllate da Telemaco, visionando lo stato di avanzamento della stessa e i contenuti delle comunicazioni dell'ufficio.


Aggiornamento informativo e assistenza

L'utenza potrà tenersi costantemente aggiornata sulle novità in materia di Comunicazione Unica e sugli aggiornamenti dei software necessari:

Riferimenti normativi