Voucher, finanziamenti e incentivi

I contributi a fondo perduto della Camera di Commercio delle Marche e gli incentivi fiscali nazionali per servizi e tecnologie 4.0

All'interno dei servizi offerti dalle Camere di Commercio attraverso i Punti Impresa Digitale, vengono erogati voucher (in regime di aiuti "de minimis") con cui le aziende possono finanziare l’acquisto di servizi di consulenza e/o formazione e quello di beni e servizi strumentali (hardware e software) finalizzati alla implementazione di una o più delle tecnologie digitali 4.0 nel proprio business.

Tra i servizi ad accesso gratuito offerti alle MPMI, il Punto Impresa Digitale svolge inoltre un'attività di orientamento sugli incentivi fiscali del Piano Nazionale Impresa 4.0 (iper e super-ammortamento, Nuova Sabbatini, Patent Box, Crediti d'Imposta), e su tutte le altre opportunità di finanziamento all'innovazione a livello nazionale e regionale.

Voucher digitali impresa 4.0

La Camera di Commercio delle Marche ha erogato bandi voucher 4.0 nelle annualità 2017( bando per imprese singole), 2018 (bando aggregatori), 2019 (bando per imprese singole).

Dal 1° dicembre 2020 sarà possibile presentare domanda alla nuova edizione del Bando "Voucher Digitali Impresa 4.0 - Anno 2020". Info e modulistica disponibili: QUI

Guide sui bandi Voucher Impresa 4.0 

Finanziamenti e incentivi Impresa 4.0

La Finanziaria 2020 ha confermato, con il Piano Transizione 4.0, un quadro generale di incentivi per tutte le aziende che vogliano cogliere le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale, a partire dalle misure introdotte col precedente Piano Impresa 4.0.

Le nuove misure della Finanziaria 2020 coinvolgono anche misure in favore della sostenibilità e dell’economia circolare, e del design.

Le misure previste dal Piano sono le seguenti: Crediti di imposta per beni strumentali (che sostituiscono Iper e Super Ammortamento); Nuova Sabatini; Bonus Formazione 4.0, Credito d'Imposta per attività di ricerca, innovazione e design; Patent Box.

Sono inoltre previste specifiche misure di sostegno per l’accesso al credito, il venture capital e l’imprenditorialità, come il Fondo di Garanzia, Incentivi e Misure per Startup e PMI Innovative, il Fondo Nazionale per l’Innovazione.

Per ulteriori informazioni sulle principali novità fiscali sul tema dell'innovazione, si rimanda alla presentazione delle misure sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

  • Crediti d'imposta per beni strumentali: i nuovi crediti di imposta sostituiscono iper-ammortamento e super-ammortamento.

Sono previsti tre crediti d’imposta specifici:

- per gli investimenti in beni materiali Industria 4.0: aliquota agevolativa del 40% per investimenti fino a 2,5 milioni e 20% per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro, costo massimo ammissibile 10 milioni di euro;

- per gli investimenti in beni immateriali Industria 4.0 (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni, anche mediante soluzioni di cloud computing): aliquota agevolativa del 15% del costo, costo massimo ammissibile 700.000 euro;

- per investimenti in beni materiali strumentali nuovi diversi dai precedenti (non Industria 4.0): aliquota agevolativa del 6% del costo, costo massimo ammissibile 2 milioni di euro. Possono usufruire dei crediti d’imposta tutte le imprese residenti nel territorio italiano, indipendentemente da forma giuridica, settore di appartenenza, dimensione e regime fiscale di determinazione del reddito, e, per gli investimenti aventi a oggetto beni materiali ordinari non Industria 4.0, sono ammessi anche gli esercenti arti e professioni.

I crediti d’imposta si applicano esclusivamente a investimenti in beni materiali strumentali nuovi, destinati a strutture produttive in Italia ed effettuati entro il 31 dicembre 2020 (oppure entro il 30 giugno 2021, a condizione che l’ordine sia accettato dal venditore entro il 31 dicembre 2020, con pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione)

 

  • Nuova Sabatini: contributo ad abbattere il tasso di interesse sul credito bancario per investire in macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali.

Sono disponibili agevolazioni per investimenti ordinari (2,75%), per investimenti in tecnologia 4.0 e macchinari di pesatura rifiuti (3,575%), per investimenti in tecnologia 4.0 nelle regioni del Sud (5,5%), e per investimenti a basso impatto ambientale (3,575%).

 

  • Fondo di Garanzia: garanzia pubblica sui finanziamenti che può affiancarsi o sostituirsi alle garanzie reali. 

 

  • Credito d'imposta per Ricerca, Innovazione, Design: nuovi crediti d’imposta per attività di ricerca, innovazione e design.

-12% delle spese sostenute (fino a massimo 3 milioni di euro) per attività di ricerca e sviluppo.

-6% delle spese sostenute (fino a massimo 1,5 milioni di euro) per attività di innovazione tecnologica.

-10% delle spese sostenute (fino a massimo 1,5 milioni di euro) per le attività di innovazione tecnologica con obiettivi di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0.

-6% delle spese sostenute (fino a massimo 1,5 milioni di euro) per attività di design e ideazione estetica.

 

  • Credito d'imposta per Formazione 4.0: credito fruibile per le spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione sulle tecnologie abilitanti.

-50% delle spese ammissibili (nel limite massimo annuale di 300.000 euro) per le piccole imprese;

-40% (nel limite massimo annuale di 250.000 euro) per le medie imprese;

-30% (nel limite massimo annuale di 250.000 euro) per le grandi imprese;

-60%, fermi restando i massimali per le diverse tipologie di impresa, nel caso in cui i destinatari delle attività di formazione siano lavoratori dipendenti svantaggiati o ultra svantaggiati.

 

  • Patent box: regime opzionale di tassazione per i redditi derivanti dall'utilizzo di brevetti, marchi, disegni, modelli, software coperto da copyright. e altre informazioni giuridicamente tutelabili. 

 

  • Incentivi, misure e strumenti di sostegno per Startup e PMI innovative: il Piano Impresa 4.0 comprende, riordina e estende gli incentivi, le misure e gli strumento al sostegno della nascita di Startup e di Startup e PMI Innovative.

Le misure attive sono:

-Incentivi per l'auto-imprenditorialità: i beneficiari possono essere giovani under-35 e donne, senza limiti di età, che abbiano intenzione di aprire un'impresa o la abbiano costituita da massimo 12 mesi, con la possibilità di ottenere mutui a tasso zero fino a 200.000 euro per finanziare investimenti di massimo 1,5 milioni di euro.

-Smart & Start Italia: agevolazione rivolta alle startup innovative per sostenere il trasferimento tecnologico e la valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica e privata: finanziamenti a tasso zero e servizi di tutoring su spese di investimento e costi di gestione di importo compreso tra 100.000 e 1,5 milioni di Euro.

-La sezione speciale del Registro Imprese dedicata a Startup e PMI innovative, liberamente accessibile, in cui è possibile cercare le imprese registrate su tutto il territorio nazionale. Scopri di più sulle opportunità per le Startup Innovative

 

  • Bandi FESR della Regione Marche dedicati all'innovazione e alla trasformazione digitale

La Regione Marche mette a disposizione, all'interno della programmazione sui fondi europei, diversi bandi dedicati a sostenere l'innovazione: scopri di più sui Bandi FESR per l'innovazione.

 

  • Fondo Nazionale Innovazione

A partire dalla Finanziaria 2019, sono stati introdotti strumenti pubblici per favorire lo sviluppo del Venture Capital, con la nascita del Fondo Nazionale Innovazione (FNI).

Guide ai Finanziamenti e incentivi per Impresa 4.0

Scarica la guida ai Finanziamenti e incentivi per impresa 4.0, aggiornamento 2020 (PDF 250 Kb).

Sono disponibili anche le guide per gli incentivi degli anni 2018 e 2019.

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/14 10:58:00 GMT+1 ultima modifica 2020-11-23T15:10:39+01:00