Depositare/Ricercare brevetti e marchi

Quali sono le procedure da seguire per svolgere la ricerca di un marchio e/o un brevetto già esistente o depositare una nuova domanda

Le ricerche di anteriorità

Le ricerche di anteriorità e/o novità  sono sempre consigliabili prima del deposito del proprio marchio e/o brevetto, al fine di verificare che essi siano veramente originali e distintivi, evitando così di correre il rischio di divenire involontari contraffattori del marchio e/o del brevetto altrui.

E' opportuno efffettuare una ricerca di anteriorità anche al fine di monitorare periodicamente ciò che viene depositato  e verificare che non vi siano state usurpazioni/contraffazioni di un marchio o brevetto del quale si ha la titolarità, nonchè per conoscere lo stato dell'arte in un determinato settore tecnologico.

Esistono molteplici banche dati gratuite su cui è possibile effettuare autonomamente le ricerche per verificare l'esistenza di marchi e brevetti sia italiani che esteri.

UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi): contiene i dati bibliografici dei brevetti e dei marchi italiani; rappresenta il punto di partenza per il reperimento di informazioni sull'intero patrimonio italiano, consentendo l'effettuazione di ricerche anagrafiche basate su alcuni elementi, quali il numero di domanda, il nome del titolare, la data di deposito.

EUIPO (Ufficio dell'Unione Europea per la proprietà intellettuale): mette a disposizione due banche dati contenenti rispettivamente i dati bibliografici relativi alle domande di marchio (TMVIEW) e disegno comunitario (DESIGNVIEW).

WIPO (Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale): contiene i dati bibliografici relativi alle domande di marchio internazionale.

ESPACENET: contiene i dati anagrafici e la documentazione di tutte le domande di brevetto europeo ed internazionale dal 1978 ad oggi.

Come depositare una domanda di brevetto

Presso gli uffici Brevetti e Marchi della Camera di Commercio è possibile depositare la domanda cartacea di brevetto (il deposito on line, con firma digitale, è possibile solo tramite il portale UIBM - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi).

Occorre presentare, in un'unica copia, la domanda compilata a pc, stampata solo fronte e firmata in originale dal richiedente (persona fisica e/o giuridica); alla domanda vanno allegati il riassunto, la descrizione, le rivendicazioni (tradotte anche in lingua inglese nel caso delle invenzioni) ed i disegni.

L'importo delle tasse da pagare avverrà successivamente al deposito tramite modello F24 precompilato che sarà l'ufficio a fornire a seguito del caricamento della pratica. I diritti di segreteria sono pari a €40.

Come depositare una domanda di marchio

Presso gli uffici Brevetti e Marchi della Camera di Commercio è possibile depositare la domanda cartacea di marchio (il deposito on line, con firma digitale, è possibile solo tramite il portale UIBM - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi).

Occorre presentare, in un'unica copia, la domanda compilata a pc, stampata solo fronte e firmata in originale dal richiedente (persona fisica e/o giuridica); servirà una marca da bollo da €16 e una copia del marchio (a colori se rivendicati nella domanda o in bianco e nero) stampata su foglio A4.

L'importo delle tasse da pagare avverrà successivamente al deposito tramite modello F24 precompilato che sarà l'ufficio a fornire a seguito del caricamento della pratica. I diritti di segreteria sono pari a €40.

Sia nel caso di deposito di brevetto che nel caso di deposito di marchio, il richiedente dovrà portare stampato e firmato il modulo sulla privacy.