Elenco raccomandatari marittimi

L'elenco dei raccomandatari marittimi è istituito presso presso le Camere di Commercio dove abbia sede una Direzione Marittima. L'iscrizione nell'elenco dei raccomandatari marittimi autorizza all'esercizio delle attività di raccomandazione di navi, quali assistenza al comandante nei confronti delle autorità locali o dei terzi, ricezione o consegna delle merci, operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri, acquisizione di noli, conclusione di contratti di trasporto per merci con rilascio dei relativi documenti, nonché qualsiasi altra analoga attività per la tutela degli interessi a lui affidati. La gestione dell'Elenco è affidata ad una Commissione nominata con decreto del Ministro dei trasporti di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e istituita presso la Camera di Commercio. La Commissione provvede in merito alle richieste di iscrizione, trasferimento o cancellazione ; determina inoltre la misura della cauzione da versarsi per l'iscrizione nell'elenco; applica le sanzioni disciplinari ; provvede agli esami. Contro le decisioni della Commissione Provinciale è ammesso ricorso alla Commissione Centrale, istituita presso il Ministero dei Trasporti e della Navigazione, entro trenta giorni dalla data della comunicazione all'interessato.

Soggetti tenuti all'iscrizione

Presso la Camera di Commercio delle Marche è istituito l' Elenco Interprovinciale dei Raccomandatari Marittimi nel quale devono essere iscritti i titolari delle imprese individuali e gli amministratori delle società che intendono svolgere attività di raccomandazione di navi in una località compresa nella circoscrizione della Direzione marittima di Ancona (vedi allegato) nonchè gli institori di dette imprese e società. In quest'ultimo caso la procura institoria può essere conferita e rilasciata da titolari di imprese individuali, amministratori o soci amministratori in possesso dei poteri di firma e legale rappresentanza di società, solo se iscritti in un Elenco dei Raccomandatari Marittimi.

Se il raccomandatario marittimo è legale rappresentante, amministratore o institore di una impresa, deve essere indicato nell’elenco, oltre al suo nome, quello dell’impresa stessa (art.6, comma 3, legge 135/77).

Requisiti

  • aver conseguito il diploma di scuola media superiore;
  • non avere subito condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, contro l'amministrazione della giustizia, contro l'economia pubblica, l'industria e il commercio e contro il patrimonio, per contrabbando oppure per ogni altro delitto non colposo, per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni o nel massimo a cinque anni, ovvero per reati in materia valutaria per i quali la legge commini la pena della reclusione;
  • aver sostenuto con esito positivo un esame orale teso ad accertare la conoscenza della normativa riguardante il commercio marittimo, contenuta nei codici civile e della navigazione, degli usuali documenti, delle cognizioni giuridiche attinenti all'esercizio della professione, nonché alla lingua inglese. 

        Per sostenere l'esame occorre aver svolto almeno due anni di tirocinio professionale presso                  un’impresa esercente l’attività di raccomandazione marittima;.

        L'esame va sostenuto presso la  Camera di commercio industria, artigianato  e agricoltura nel cui          elenco di raccomandatari si chiede l'iscrizione. 

Modalità di presentazione della domanda e costi

  • Domanda d'iscrizione, in regola con l’imposta di bollo, con allegato  un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • documentazione comprovante l’avvenuta costituzione della cauzione pari a:
    Euro 5.164,56 per il porto di Ancona
    Euro 2.582,28 per i porti di San Benedetto del Tronto e Pesaro
    Euro 1.549,37 per altri porti minori.

La cauzione può essere prestata in denaro con versamento presso la Banca d’Italia sezione Tesoreria Provinciale dello Stato, oppure tramite fideiussione bancaria o polizza assicurativa.

  • copia del pagamento della tassa di concessione governativa a favore dell’Agenzia delle Entrate di Euro 168,00;
  • Euro 31,00 per diritti di segreteria che possono essere pagati:
  1. direttamente allo sportello camerale a mezzo bancomat o carta di credito;
  2. utilizzando il sistema informatizzato dei pagamenti della PA (SIPA) - selezionare dal menù a tendina "servizio" la voce "Albi, Ruoli e Registri" - inserire nella "causale" il codice fiscale del soggetto per cui si effettua il versamento oltre ad una specifica relativa all'oggetto del pagamento - inserire l'importo da pagare ed inserire dati anagrafici del pagante
  3. tramite la piattaforma digitale PagoPA. In caso di pagamento con la piattaforma digitale PagoPA, prima della presentazione dell'istanza, è necessario richiedere l'emissione dell'avviso di pagamento;

Le istanze prive del pagamento dei diritti di segreteria sono irricevibili e, se inviate via PEC o per posta, non verranno processate.


La domanda d'iscrizione può essere presentata:

  1. allo sportello camerale previo appuntamento sul sito  
  2. per raccomandata AR presso la sede provinciale di interesse, o
  3. inviata per PEC all’indirizzo cciaa@pec.marche.camcom.it. In questo caso la domanda dovrà essere sottoscritta digitalmente e dovrà riportare gli estremi della marca da bollo la quale dovrà essere conservata per tre anni.

Allegati e riferimenti normativi

Azioni sul documento

pubblicato il 15/07/2020 ultima modifica 29/09/2022