Deposito del bilancio e della situazione patrimoniale

LA TASSONOMIA XBRL DA UTILIZZARE

La tassonomia da utilizzare per la formazione delle istanze XBRL per il 2020 è la versione “2018-11-04”.

La tassonomia è disponibile e scaricabile sul sito dell’AGENZIA PER L'ITALIA DIGITALE oltre che dal sito di XBRL ITALIA.

A partire dal 1° gennaio 2020 le tassonomie da adottare per il deposito dei bilanci d'esercizio e dei bilanci consolidati nel formato XBRL al Registro delle imprese sono le seguenti:

  • la tassonomia Principi Contabili Italiani 2018-11-04, per i bilanci redatti secondo le regole civilistiche post d.lgs. 139/2015 ossia relativi a esercizi iniziati il 1° gennaio 2016 o in data successiva;
  • la tassonomia Principi Contabili Italiani 2015-12-14, per i bilanci redatti secondo le regole civilistiche ante d.lgs. 139/2015 ossia relativi a esercizi iniziati prima del 1° gennaio 2016.

Si ricorda, infine, che tutte le tassonomie diverse da quelle sopra indicate sono dismesse e, quindi, non utilizzabili per il deposito dei bilanci.

PREDISPOSIZIONE E DEPOSITO DEL BILANCIO

Per il deposito del bilancio di esercizio e dell’eventuale elenco soci annuale
(per le SPA, le SAPA e le SCpA) è necessario utilizzare le funzioni di
spedizione disponibili in http://www.registroimprese.it/deposito-bilanci
Si ricorda che:

  • il deposito del bilancio di esercizio NON rientra tra gli adempimenti compresi nella
    Comunicazione Unica;
  • il deposito del bilancio finale di liquidazione, a differenza del bilancio
    annuale, rientra tra gli adempimenti compresi nella Comunicazione
    Unica.

ERRORI RICORRENTI E FAQ

  • Soggetti firmatari della distinta:
    a) da un amministratore o dal liquidatore della società;
    b) dal professionista incaricato ai sensi della L. 340/2000
    c) dal soggetto terzo a cui l'amministratore ha rilasciato apposita procura per la presentazione della pratica (modalità accettata fino a che perdura la situazione di emergenza sanitaria Covid 19)

Il professionista incaricato ai sensi della L. 340/2000 non deve essere confuso con l’intermediario incaricato dell’invio telematico, né con il procuratore.
Il professionista incaricato è, infatti, il dottore commercialista/ragioniere commercialista e perito
commerciale, regolarmente iscritto all’albo professionale (Sez. A), che ha ricevuto
dall’amministratore della società l’incarico di depositare il bilancio diventando così soggetto legittimato al deposito. Deve firmare digitalmente il bilancio e tutti i files allegati sottoscrivendo anche un’apposita dichiarazione attestante l’incarico ricevuto e la regolarità della sua iscrizione all’albo professionale.
L’intermediario incaricato dell’invio telematico è, invece, quel soggetto, titolare di convenzione
Telemaco Pay o equivalente, che provvede alla spedizione della pratica al Registro delle Imprese. Deve sottoscrivere digitalmente soltanto la distinta al fine dell’elezione del domicilio speciale presso di lui per tutti gli atti e le comunicazioni inerenti il procedimento amministrativo nonché per l’esecuzione di eventuali rettifiche di errori formali richieste dall’ufficio.
Il procuratore è il soggetto a cui l'amministratore/liquidatore rilascia apposita procura affinché presenti la pratica al suo posto

L’intestatario della distinta può essere diverso dal firmatario della stessa?
No, l’intestatario (cioè  “Il sottoscritto…..”) deve essere colui che firma digitalmente la distinta stessa ed anche tutti i restanti file allegati  (compreso l’XBRL) che devono avere la forma già detta.

La distinta di presentazione della pratica deve essere coerente con il firmatario della stessa (se la distinta è a nome dell’amministratore, deve firmare digitalmente l’amministratore e non il professionista incaricato)

  • Da chi deve essere firmato il file XBRL?

Il file XBRL deve essere firmato da chi firma la pratica di invio del bilancio e allega i vari file (quindi amministratore se il bilancio è presentato dall’amm.re; commercialista incaricato se il bilancio è presentato dal commercialista; procuratore se il bilancio è presentato dal procuratore).

  • E’ possibile effettuare il reinvio spontaneo se ci si accorge di errori?

Il reinvio è possibile solo fino a che il bilancio non è evaso. Successivamente è necessaria una nuova protocollazione con diritti e bolli

  • Che forma devono avere gli allegati?

Gli allegati diversi dall'xbrl devono essere in formato PDF/A

  • A cosa devo fare attenzione se deposito il bilancio come amministratore?

Se il bilancio è depositato dall’amministratore/liquidatore, la norma prevede SOLO DUE FORME PER GLI ALLEGATI (verbale di assemblea, relazione sulla gestione,…),: la scansione oppure originale informatico. Non è possibile la riproduzione informatica del contenuto analogico.

Ad esempio, nel verbale di assemblea è necessario che ci siano o entrambe le firme autografe (in caso di scansione) o entrambe le firme digitali (in caso di originale informatico) del presidente e del segretario verbalizzante.

NON VA BENE inserire in calce al documento la dicitura “Firmato – Il presidente” e “Firmato – Il segretario “con l’apposizione della firma digitale del solo amministratore.

In altre parole il verbale di assemblea e gli altri eventuali documenti devono riportare OBBLIGATORIAMENTE le firme di tutti i sottoscrittori. In caso di ORIGINALE CARTACEO, le firme devono essere autografe, e poi si dovrà procedere alla scansione previa attestazione della corrispondenza del file (pagina 18 della guida nazionale). In caso di verbale o altro documento prodotto come DUPLICATO DI ORIGINALE INFORMATICO, devono essere apposte OBBLIGATORIAMENTE le firme digitali di tutti i sottoscrittori.

  • A cosa devo fare attenzione se deposito il bilancio come professionista incaricato?

Nel caso del professionista incaricato, si ponga attenzione alla dicitura completa, sia per la parte relativa all’iscrizione all’ordine e l'avvenuto incarico, sia soprattutto per la parte della conformità.

Fac simile di dicitura:
“Il sottoscritto …….., iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di …....... al n …., dichiara, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, di non avere procedimenti disciplinari in corso che comportino la sospensione dall’esercizio dell’attività professionale, e di essere stato incaricatodal legale rappresentate pro-tempore della società all’assolvimento del presente adempimento.
Attesta, inoltre, ai sensi dell’art. 31, comma 2 quinquies legge 340/2000 che la documentazione allegata alla domanda è conforme agli originali depositati presso la società”

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/15 07:05:00 GMT+1 ultima modifica 2020-11-03T16:17:53+01:00