Carta tachigrafo - Officina

Carta tachigrafo - Officina

La carta dell'officina è richiesta ai centri tecnici autorizzati per poter effettuare operazioni di installazione e riparazione di tachigrafi digitali ed eventualmente anche dei tachigrafi intelligenti. Permette di testare e tarare il tachigrafo, di rilevare e trasferire i dati; è l’unica carta che consente di modificare il funzionamento dell’apparecchio.
Di color rosso, la carta riporta la denominazione e l'indirizzo dell'officina, nonché il numero di iscrizione al Registro delle Imprese. Unitamente alla carta dell'officina viene rilasciato al richiedente un codice di accesso (PIN).

 Carta_Officina_Fronte.jpegCarta_Officina_Retro.jpeg

Il responsabile tecnico o il tecnico potrà operare soltanto se in possesso di uno specifico attestato di formazione rilasciato dal fabbricante del tachigrafo.
La carta dell'officina ha un periodo di validità di 1 anno.
Il rilascio della Carta dell’Officina è legato quindi all’autorizzazione dei Centri Tecnici a effettuare le operazioni di primo montaggio, di attivazione e di intervento tecnico rilasciata dal Ministero previa richiesta alla Camera di commercio competente per territorio (D.M. 10/08/2007).

Per ottenere la Carta dell’Officina i titolari dei Centri Tecnici devono presentare idonea documentazione che attesti il possesso dei requisiti di conoscenza tecnica di ciascun responsabile tecnico e di ciascun tecnico. Tali requisiti si ottengono mediante un’attività di formazione pratico-teorica della durata di almeno 20 ore e periodici aggiornamenti.

Nel caso in cui venga nominato un nuovo responsabile tecnico del Centro o un nuovo tecnico, il Centro Tecnico deve restituire la Carta dei soggetti non più in servizio o non più autorizzati ad operare sul tachigrafo digitale e presentare nuova domanda di rilascio della Carta Officina presentando la documentazione necessaria per i nuovi tecnici.
Ciascuna Carta tachigrafica può essere utilizzata unicamente dal responsabile tecnico o dal tecnico con il nome del quale è stata personalizzata.

Il Centro Tecnico è responsabile dell’utilizzo e della conservazione delle carte tachigrafiche.

Il Centro Tecnico deve impedire l’uso della carta tachigrafica al responsabile tecnico o al tecnico dispensato dal servizio. In tal caso il Centro Tecnico restituisce la carta tachigrafica alla Camera di Commercio che l’ha rilasciata.

Ogni responsabile tecnico e ogni tecnico è tenuto a firmare i rispettivi documenti, alla consegna della carta tachigrafica, accettando le condizioni di uso e conservazione della stessa, impegnandosi a non divulgare il codice PIN che gli è stato assegnato e ad informare tempestivamente il Centro tecnico in caso di funzionamento non corretto, perdita o furto della carta tachigrafica.

Tutte le carte tachigrafiche rilasciate al Centro Tecnico, devono essere custodite presso il Centro stesso.

I Centri Tecnici utilizzano esclusivamente le carte che sono loro assegnate dalla Camera di Commercio.

Il Centro Tecnico è responsabile della richiesta di nuove carte tachigrafiche per sostituire quelle scadute o quelle non correttamente funzionanti.
Richiesta e rinnovo della carta officina

Documenti da presentare

- Modulo di richiesta compilato e firmato. Nel nuovo modulo di richiesta approvato con decreto dirigenziale del 12/07/2019 dovrà essere espressamente indicato se il Centro Tecnico svolge attività solo su tachigrafi digitali o anche sui tachigrafi intelligenti.
- copia leggibile del documento di identificazione che identifica il titolare o legale rappresentante del centro tecnico autorizzato;
- copia leggibile del documento di identificazione che identifica il tecnico titolare della carta;
- ricevuta di pagamento del prescritto diritto di segreteria camerale nonché delle spese per la postalizzazione della carta, se richiesta.

Alla scadenza del periodo di validità oppure in caso di rinnovo o sostituzione la carta tachigrafica deve essere restituita alla Camera di Commercio. La restituzione deve avvenire anche nel caso in cui vengano a mancare i requisiti necessari per ottenere la carta, nonché nel caso in cui il tecnico titolare della carta non sia più alle dipendenze del centro tecnico autorizzato.

Diritti di segreteria

Il costo di ogni singola carta dell’officina è di  43,34 Euro (37,00 Euro per diritti di segreteria per prima emissione, rinnovo e sostituzione per smarrimento o furto e 6,34 Euro per le spese di spedizione). La postalizzazione della carta e del PIN avviene con buste separate.

Invio della richiesta di rilascio o rinnovo della carta officina

Il modulo di richiesta firmato digitalmente, unitamente alla copia del documento di riconoscimento ed al pagamento dovrà essere inviato da casella di P.E.C. alla casella di P.E.C. di questa Camera di Commercio: cciaa@pec.marche.camcom.it.

Smarrimento e sostituzione della carta officina

In caso di furto o smarrimento della carta il titolare/legale rappresentante dell’impresa deve farne denuncia scritta alle autorità di Polizia dello Stato in cui si è verificato l’evento. Copia della denuncia dovrà essere consegnata alla Camera di Commercio emittente perché invalidi la carta rubata o smarrita. Se l’Officina intende chiedere la sostituzione della carta dovrà allegare copia della medesima denuncia al modulo per il rilascio di una nuova Carta. Anche in caso di danneggiamento della carta l’impresa può richiederne la sostituzione.

Il costo della sostituzione per furto o smarrimento o per danneggiamento è di 37,00 Euro.

In caso di malfunzionamento della carta officina se questo è accertato entro 6 mesi dalla data del rilascio e non è riconducibile al danneggiamento della carta la sostituzione è gratuita
Se è accertato dopo i sei mesi dalla data del rilascio il costo della sostituzione della carta tachigrafica per difetto della stessa è di 17,00 Euro.

Documenti da presentare:
In caso si sostituzione per furto o smarrimento allegare al modello di domanda la denuncia presentata alle Autorità di Polizia dello Stato; in caso di domanda di sostituzione per malfunzionamento allegare la carta malfunzionante;

 - modulo di richiesta compilato e firmato;
- copia leggibile del documento di identificazione che identifica il titolare o legale rappresentante del centro tecnico autorizzato;
- copia leggibile del documento di identificazione che identifica il tecnico titolare della carta;
- ricevuta di pagamento del prescritto diritto di segreteria camerale nonché delle spese per la postalizzazione della carta.

Modulistica centri tecnici tachigrafi digitali

Modulistica Centri tecnici tachigrafi digitali

Allegati e riferimenti utili

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/13 10:48:43 GMT+2 ultima modifica 2020-07-13T10:48:44+02:00