Registro RAE

Registro dei produttori di apparecchiature elettriche od elettroniche


Presso il Ministero dell'Ambiente è operativo il Registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento di sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiatura elettriche ed elettroniche (RAEE).

Iscrizione nel registro

L'iscrizione, che è obbligatoria per tutte le imprese che immettono sul mercato apparecchiature elettriche ed elettroniche, si effettua telematicamente accedendo al sito www.registroaee.it mediande dispositivo di CNS (Carta nazionale dei servizi).

Diritti di segreteria e imposta di bollo

Il versamento dei diritti di segreteria di 30 euro e dell'imposta di bollo di 16 euro possono essere effettuati secondo una delle seguenti modalità:

    • tramite Telemaco Pay;
    • con carta di credito;
    • sistema PagoPa.
      Scegliendo PagoPa si viene indirizzati alla pagina del pagamento definita dal portale PagoPA (rete di istituti bancari aderenti a tale sistema). Da questo portale si può scegliere di pagare con carta di credito, con bonifico o con bollettino postale online. È obbligatorio indicare il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento e un indirizzo e-mail al quale verrà inviata la quietanza del pagamento.

    Numero di iscrizione

    Una volta effettuata l'iscrizione, a ciascun produttore viene assegnato dal sistema un numero di iscrizione, che viene comunicato via email al referente indicato dal produttore.
    Entro trenta giorni dal suo rilascio, il numero di iscrizione deve essere indicato dal produttore in tutti i documenti commerciali.

    Variazioni e cancellazione

    È possibile modificare le informazioni comunicate al Registro AEE richiedendo una variazione oppure cancellarsi dal Registro.
    Tali modifiche della posizione si effettuano per via telematica con modalità analoghe a quelle dell'iscrizione attraverso il sito Registro A.E.E.
    Il costo da sostenere per ogni variazione o cancellazione è di 46 euro per il pagamento dei diritti di segreteria (30 euro) e dell'imposta di bollo (16 euro), tramite una delle seguenti modalità:

    • tramite Telemaco Pay;
    • con carta di credito;
    • sistema PagoPa.
      Scegliendo PagoPa si viene indirizzati alla pagina del pagamento definita dal portale PagoPA (rete di istituti bancari aderenti a tale sistema). Da questo portale si può scegliere di pagare con carta di credito, con bonifico o con bollettino postale online. È obbligatorio indicare il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento e un indirizzo e-mail al quale verrà inviata la quietanza del pagamento.

    Maggiori informazioni sono presenti sul sito www.registroaee.it, ove è disponibile anche una guida operativa.

    Dichiarazione annuale

    L’art. 13 comma 6, del D. Lgs. n. 151/2005, così come modificato dall'art. 21, comma 2, lett. e), della legge 4 giugno 2010, n. 96, prevede che i produttori devono comunicare al Registro AEE, con cadenza annuale, la quantità e le categorie di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato, raccolte attraverso tutti i canali, reimpiegate, riciclate e recuperate, fatto salvo quanto stabilito dalle disposizioni vigenti in materia di segreto industriale, il quantitativo dei rifiuti raccolti ed esportati espresso in peso o, se non è possibile, in numero, nonché le indicazioni relative alla garanzia finanziaria prevista dal presente decreto.

    La scadenza per la presentazione della comunicazione annuale 2018, che è parte del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale previsto dal D.P.C.M. del 28 dicembre 2017, è il 30 aprile 2018.

    E' attivo il portale per la compilazione e la presentazione da parte dei produttori di AEE iscritti al Registro nazionale della comunicazione annuale, prevista dal D.P.C.M. 17 dicembre 2014, per comunicare la quantità di apparecchiature immessa sul mercato nel 2017.

    Le imprese dovranno accedere, con firma digitale, alla scrivania telematica completamente rinnovata e adeguata al D.Lgs. 49/2014 raggiungibile direttamente dal sito www.registroaee.it

    Le informazioni richieste nonchè le modalità di compilazione e trasmissione, sono rimaste immutate rispetto al 2017.

    Sarà possibile comunicare i dati relativi alle sole apparecchiature per le quali il produttore è iscritto al registro.

    La comunicazione va presentata, indicando il valore pari a 0, anche se il produttore, nel corso del 2017 non ha immesso alcuna quantità.

    Per l’invio della Comunicazione AEE non è previsto il versamento di alcun diritto di segreteria.

    Per la mancata, incompleta o inesatta comunicazione, entro la data prevista, è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000,00 ad euro 20.000,00 (16, comma 8, D. Lgs. n. 151/2005).

    Azioni sul documento

    pubblicato il 2020/07/15 10:43:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-22T11:33:35+02:00