Usi e Consuetudini

Attività di accertamento, revisione e raccolta degli usi e delle consuetudini

Gli usi

Gli usi - disciplinati dalle cosiddette "Preleggi", preliminari al Codice Civile - possono essere definiti come norme giuridiche non scritte derivanti dal comportamento generale uniforme e costante osservato per un lungo periodo di tempo (aspetto oggettivo), associato alla convinzione di obbedire ad una norma giuridica obbligatoria (aspetto soggettivo). Questa definizione corrisponde al concetto di consuetudine.
Gli usi sono fonti del diritto subordinate a leggi e regolamenti, ammesse nelle materie regolate (dalle leggi e dai regolamenti), purché siano da questi richiamati.
Gli usi si presumono esistenti fino a prova contraria, se pubblicati nelle raccolte ufficiali degli Enti e degli organi a ciò autorizzati.

Le "clausole d'uso" - disciplinate dal Codice Civile e da alcuni definite "usi negoziali" - regolano invece l'attività contrattuale in un dato luogo e in un dato tempo, e si intendono inseriti nel contratto se non ne risulta il rifiuto voluto dalle parti.
In mancanza di accordi espressi fra le parti, la "Raccolta ufficiale" costituisce perciò un mezzo di prova dell’esistenza degli usi in essa pubblicati: spetta semmai a chi li contesta provarne l’effettiva insussistenza.

Le attività delle Camere di Commercio

L'attività di accertamento, revisione e raccolta degli usi e delle consuetudini rientra fra i compiti istituzionali più antichi attribuiti alle Camere di Commercio, un ruolo rafforzato e valorizzato nel corso del tempo dalla legge, nell’ambito delle generali funzioni di Regolazione del Mercato.

Le Camere di Commercio provvedono all'accertamento degli usi locali, alla loro revisione ogni cinque anni e alla pubblicazione ufficiale della Raccolta provinciale degli Usi.
La Raccolta è frutto di un lavoro complesso da parte dell’apposita Commissione Provinciale e dei Comitati Tecnici di esperti nelle diverse materie oggetto di indagine.

Le ultime raccolte curate dagli enti che hanno dato vita alla Camera di Commercio delle Marche sono a disposizione di tutti gli interessati.

Le Raccolte Provinciali degli Usi

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/06/26 09:56:00 GMT+2 ultima modifica 2020-09-02T13:55:11+02:00