Soggetti only REA

Associazioni, Enti, imprese estere e altri soggetti REA

Il Repertorio Economico Amministrativo - REA

Il Repertorio Economico Amministrativo (REA) previsto dall' art. 8, punto d) della L. 580/93 e dall'art. 9 del DPR 581/95 raccoglie le notizie di carattere statistico economico e amministrativo relative a:

  • soggetti per i quali non sussistono i presupposti per l'iscrizione nel Registro Imprese (associazioni, fondazioni, comitati, enti pubblici non economici), in quanto svolgano un'attività economica in via secondaria e sussidiaria rispetto a quella culturale, ideale etc. che ne costituisce l'oggetto principale;
  • soggetti iscritti nel Registro Imprese, relativamente alla denuncia di inizio, modifica e cessazione dell’attività e l’apertura, modifica e cessazione di unità locali. Per queste tipologie di denunce consultare il Supporto Specialistico - SARI

Per i soggetti diversi dalle imprese l’obbligo di iscrizione al REA deriva dal fatto di esercitare un’attività di natura economica, commerciale e/o agricola. Di conseguenza la cessazione di ogni attività economica determina la cancellazione del soggetto REA.

L'iscrizione si effettua con il procedimento telematico della Comunicazione Unica, nel termine di 30 gg. dall'inizio dell'attività (salvo il caso di attività regolamentate soggette a SCIA di competenza camerale)
Trattandosi giuridicamente di denuncia e non di domanda, alla pratica relativa al soggetto REA non è applicata l'imposta di bollo;  è dovuto il pagamento del diritto annuale.

Associazioni, Enti, Fondazioni (non impresa), istituti religiosi e altri soggetti collettivi

Devono presentare la denuncia all’ufficio della provincia in cui è ubicata la sede legale del soggetto collettivo (quale luogo in cui si esplica l’attività amministrativa e direzionale) che, frequentemente, coincide con la sede di esercizio dell’attività economica (caso a) ; va presentata presso la provincia della sede legale anche nel caso in cui l’esercizio di attività economica sia svolta esclusivamente in provincia diversa rispetto a quella della sede principale (caso b)

a) in tale ipotesi i dati relativi alla sede e all'attività svolta (mod. R+S5) sono inoltrati all'ufficio della provincia dove è ubicata la sede legale, corredati da copia dell'atto costitutivo e dell'ultimo verbale di nomina dell'organo amministrativo.

b) in questo caso dovranno essere presentate due denunce:

  1. i dati relativi alla sede (mod. R+S5) sono inoltrati all'ufficio della provincia dove è ubicata la sede legale, corredati da copia dell'atto costitutivo e dell'ultimo verbale di nomina dell'organo amministrativo;
  2. i dati relativi alla localizzazione produttiva (modulo UL) saranno presentati presso la Camera di Commercio territorialmente competente per l’attività economica dell’unità locale.


In ogni caso ’ufficio accetterà l’iscrizione di un soggetto only-REA solo se contestualmente verrà comunicato l’inizio dell’attività economica, escludendo pertanto l’iscrizione inattiva ai fini della sola acquisizione della partita IVA.

La pratica andrà sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante.

Descrizione attività
Nei riquadri relativi alla descrizione dell'attività, devono essere indicate solo le attività economiche con rilievo verso terzi: non vanno quindi indicate le attività accessorie e intermedie, ad uso interno, che servono al soggetto collettivo solo per poter realizzare i beni ed i servizi effettivamente destinati al mercato.
La descrizione dell’attività deve comprendere il tipo di attività e le categorie dei prodotti e dei servizi trattati.
Non sono ammesse espressioni generiche.
Vanno compilati i riquadri relativi all'attività della sede (qualora si svolgono più attività, occorre distinguere tra attività primaria e attività secondaria negli appositi campi) nonché il riquadro relativo all'attività prevalente.

Attività prevalente
Qualora il soggetto collettivo eserciti più attività, l'attività prevalente va individuata tenendo conto del criterio del volume d'affari generato dalle attività svolte presso la sede legale e/o presso le localizzazioni (unità locali). Pertanto non necessariamente l'attività prevalente del soggetto collettivo coincide con l'attività svolta presso la sede legale.

Attività agricole
Vanno descritte nell'apposito riquadro (modulo S5) oppure nel riquadro "attività esercitata nella localizzazione" (modulo UL), specificando il tipo e specie delle attività agricole (coltivazione del fondo, silvicoltura, allevamento di animali) e delle eventuali attività connesse: manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione dei prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del proprio fondo o del proprio bosco o dal proprio allevamento, quali ad esempio: produzione di vino da uve prevalentemente di produzione propria.
Va precisato il tipo di attività agricola elencando le specializzazioni trattate: es. coltivazioni foraggiere, coltivazione della vite, dell’olivo, di agrumi, allevamento di bovini da latte, ecc.
Qualora si esercitino più attività agricole va indicata come primaria la principale attività tenendo conto del criterio del volume d’affari generato dalle sole attività agricole svolte dall’impresa. Tale attività deve essere la prima riportata nel testo descrittivo riferito all'attività agricola.

Costi

18,00 euro per diritti di segreteria - per l'importo del diritto annuale si veda alla pagina dedicata

Unità locali di imprese estere

Le imprese estere che intendono aprire una localizzazione in Italia devono presentare la denuncia all’ufficio della provincia in cui è ubicata l'unità locale.

Occorre allegare il certificato della Camera di Commercio locale (o ente facente analoga funzione) da cui si ricavano i dati da inserire nel modello di denuncia - modello R. In alternativa è possibile presentare la copia dell’atto costitutivo e di quello di nomina del legale rappresentante. Qualsiasi sia il documento che si sceglie di allegare, è necessario che esso venga accompagnato da una traduzione giurata in lingua italiana, asseverata dall’Ambasciata o dal Consolato italiano all’estero.
Qualora la denuncia sia presentata da un procuratore, dovrà, inoltre, essere allegato l’atto di conferimento dei poteri a quest’ultimo.

La pratica andrà sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante.

Per quanto riguarda la descrizione dell'attività, l'attività prevalente e l'attività agricola vale quanto sopra descritto per i soggetti collettivi only REA

Attività regolamentate

Prima di presentare la denuncia accertarsi, nel caso di attività regolamentate, di aver  ottenuto i titoli amministrativi necessari, che debbono essere autocertificati e riportati con gli estremi essenziali (autorità, data e numero) negli appositi riquadri della modulistica.
Nel caso di inizio di attività per le quali va presentata una SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) alla CCIAA,  la data inizio attività deve invece coincidere con la data di presentazione della denuncia con allegata la SCIA

Allegati e riferimenti utili

Visualizza

Servizio ATECO per conoscere gli adempimenti e la documentazione necessaria per avviare l'attività

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/07 15:56:00 GMT+2 ultima modifica 2020-07-29T11:34:01+02:00